comprare casa mantenere

Comprare casa è il primo passo. Ma quanto costa mantenerla?

Non solo comprare ma anche mantenere casa costa (per ristrutturazione, arredamento, ammodernamento etc), e non poco. Ecco il giusto mutuo per i proprietari di casa.

Comprare casa è un investimento importante, molto spesso coperto, almeno in gran parte, dall’accensione di un mutuo ipotecario. Ma il prezzo della casa non è l’unica spesa da considerare quando si decide di fare un investimento immobiliare.

Acquisto casa: quanto chiedere di mutuo?

Perché la casa dei sogni diventi realtà bisogna ovviamente anche tener conto delle proprie possibilità economiche. Diciamo quindi che, aldilà dei sogni irrealizzabili (che sognare fa sempre bene), un progetto concreto si basa anche sul proprio budget. Ognuno quindi ha la PROPRIA casa dei sogni. Hai trovato la tua e vuoi ottenere il mutuo per poter fare il rogito? Quanto chiedere? La cifra dipende da diversi fattori. In linea di massima però è bene sapere che, tendenzialmente, il mutuo prima casa riconosce fino all’80% del valore dell’immobile. Oltre al restante 20% quindi, ci sono delle voci di spesa che non sono coperte dalla banca. Tra queste la più consistente è l’onorario del notaio per l’acquisto della prima casa.

Comprata casa: quanto costa mantenerla?

Anche dopo il grande passo del rogito, economicamente non è finita. Mantenere una casa infatti ha un costo non indifferente, aldilà della rata del mutuo. Anche quando avrete estinto il debito con la banca infatti, potreste avere bisogno di comprare complementi d’arredo, di fare dei cambiamenti in casa, di ristrutturare l’immobile, di installare un impianto di domotica etc etc. Incrociando i dati Istat e quelli del Dipartimento delle Finanze emerge una spesa media per mantenere un immobile pari a circa 11.304 euro all’anno. Ovviamente poi ogni nucleo familiare può spendere più o meno in base alle proprie possibilità, al tipo di immobile e al posto in cui si trova la casa.

E’ a Roma che avere una casa di proprietà richiede un investimento maggiore, in media 1.219 euro al mese (14.629 all’anno). L’8% in meno è invece richiesto ai proprietari di Milano (13.560 euro), che si colloca dietro anche a Bologna (13.824 euro annui). Queste cifre ci confermano anche un altro aspetto, ovvero quanto per gli italiani la casa sia importante. All’estero infatti sta prendendo piede la tendenza a vivere in affitto per sentirsi più liberi. In Italia è invece indubbiamente ancora radicata la mentalità che vede nell’abitazione principale una stabilità, un modo per piantare delle radici.

Ecco perché siamo anche tra i popoli che, per la cura della casa, spendono mediamente di più. Non solo infatti in Italia appena si ha un lavoro a tempo indeterminato e una certa possibilità economica, molto spesso il primo passo importante verso l’indipendenza che si fa è quello di comprare casa (l’83% delle persone è proprietaria di un immobile), ma il mantenimento della casa è anche una delle più grosse voci di spesa sul bilancio mensile.

Se avete già finito di pagare il mutuo sulla prima casa e state pensando di fare grossi lavori di ristrutturazione, potrete probabilmente facilmente ottenere un nuovo mutuo ristrutturazioni. Nel caso in cui invece il primo finanziamento sia ancora aperto, si potrebbe valutare la sostituzione (surroga più liquidità).

Da sempre appassionata di scrittura e alla continua ricerca di storie da raccontare. Mi affaccio al mondo dei mutui, argomento non sempre di facile comprensione per tutti, per aiutare chi è alla ricerca di informazioni utili. Non posso vivere senza: musica, amici e wafer 🙂

1/5 (1)

Valuta questo contenuto

Continua a leggere

Articolo precedente
testa-letizia
News

Mutui Insider: Letizia, la Perizia

Articolo successivo
Conformità urbanistica
News

Acquisto casa: verifica della conformità urbanistica

Right Menu Icon