spese-notaio-detrazione

Spese notaio per l’acquisto prima casa: quali si possono portare in detrazione nel 730/2019

Nelle spese di acquisto prima casa bisogna considerare il costo del notaio, non incluso nel loan to value del mutuo. Si possono portare in detrazione nel 730/2019?

Se per l’acquisto prima casa hai chiesto un mutuo alla banca, sappi che le spese del notaio per il rogito non rientrano nel loan to value. Oltre alla differenza per il valore dell’immobile (solitamente il 20% residuo) occorre quindi avere liquidità per queste spese di acquisto casa extra. Quali di queste spese possono essere portate in detrazione nel 730/2019 e, quindi, recuperate almeno in parte?

Spese Notaio Acquisto Prima Casa: quali si possono portare in detrazione nel 730?

Sul punto è opportuno fare chiarezza perché avere consapevolezza delle detrazioni aiuta a risparmiare un bel po’. Premettiamo che non tutti i costi notarili sono detraibili: per non commettere errori bisogna sapere distinguere opportunamente le voci nel preventivo dello studio che si è occupato del rogito. La normativa infatti prevede che sono detraibili le spese sostenute dal notaio per la stipula del mutuo o di spese anticipate dal notaio per il cliente. L’importo va inserito nel rigo E7 (o dal rigo E8 al rigo E10 in base al tipo di detrazione) del quadro E del 730/2019 e la percentuale che si può recuperare ammonta al 19%.

Detrazione spese notarili: guida alla compilazione del 730/2019

A tal proposito la circolare 7/E del 2018 pubblicata dall’Agenzia delle Entrate ha chiarito che:
– per i mutui ipotecari per acquisto abitazione principale il contribuente utilizzerà il rigo E7;
– per la detrazione dei mutui ipotecari stipulati prima del 1993 su immobili che non costituiscono abitazione principale si utilizzano i righi da E8 a E10 e il codice 8;
– per prestiti e mutui agrari di ogni tipo (righi da E8 a E10 codice 11).

Non si possono invece ad ogni modo recuperare le spese che corrispondono al mero onorario del professionista.
In tal senso chiedere un mutuo per l’acquisto prima casa costituisce un vantaggio sotto il profilo fiscale.
Sono inoltre escluse dalla possibilità di detrazione 730:
– le spese di assicurazione dell’immobile, non avendo carattere di necessarietà relativamente al contratto di mutuo (come da Circolare 20.04.2005 n.15, risposta 4.4);
– le spese che concernono l’onorario del notaio per la stipula del contratto di compravendita;
– le imposte di registro, l’IVA e le imposte ipotecarie e catastali, finalizzate al trasferimento dell’immobile.

Detrazione Spese Notaio per Acquisto Casa: fattispecie particolari

Inoltre, come spiegato dall’Agenzia delle Entrate con Circolare n.50 del 2002, non sono detraibili gli interessi corrisposti:

– per tipi di finanziamento diversi da quelli relativi a contratti di mutuo, anche se garantiti da ipoteca su immobili;
– per un prefinanziamento acceso in vista di un mutuo ipotecario in corso di stipula per l’acquisto della casa di abitazione.
Qualora il mutuo ipotecario sia stato sovvenzionato con contributi concessi dallo Stato o da enti pubblici, non erogati in conto capitale, gli interessi passivi potranno essere portati in detrazione solamente per l’importo effettivamente a carico del contribuente.

Nel caso di deposito presso il notaio, ai fini della detrazione si applica il principio di cassa. In altre parole le spese notarili saranno detraibili dall’imposta dovuta per l’anno di costituzione del deposito anche se la fattura è stata emessa l’anno seguente.

La detrazione delle spese del notaio vale solo per la prima casa?
L’acquisto di seconda casa non dà diritto alla detrazione in analisi. Tuttavia è possibile detrarre il 19% se si acquista una pertinenza dell’abitazione principale o anche una quota ulteriore di proprietà dell’unità immobiliare.

Da sempre appassionata di scrittura e alla continua ricerca di storie da raccontare. Mi affaccio al mondo dei mutui, argomento non sempre di facile comprensione per tutti, per aiutare chi è alla ricerca di informazioni utili. Non posso vivere senza: musica, amici e wafer 🙂

1/5 (1)

Valuta questo contenuto

Continua a leggere

Articolo precedente
affitto-comprare
News

Comprare casa o andare in affitto? Il mattone vince ancora

Articolo successivo
comprare casa milano
News

Casa in affitto: conviene investire a Milano o a Roma?

Right Menu Icon