legge104 sospensione mutuo

Sospensione mutuo con legge 104: casi, requisiti e per quante rate si può richiedere

Quando è ammessa la sospensione del mutuo per disabili con legge 104? Quali requisiti e quante rate si possono saltare ricorrendo al Fondo di Solidarietà dei mutui?

Tra le agevolazioni per disabili può essere prevista in alcuni casi anche la sospensione delle rate del mutuo a favore dei titolari della legge 104. Esistono due possibili vie da considerare. Vediamo meglio quali sono.

I titolari di legge 104 o le famiglie al cui interno sono presenti portatori di handicap possono accedere ad agevolazioni per la domanda di mutuo prima casa a favore di disabili. Il Plafond Casa può essere richiesto anche per mutui ristrutturazione o per interventi di riqualificazione energetica dell’immobile. Peraltro questi canali preferenziali non valgono solo nel momento della domanda di mutuo ma possono prevedere, attraverso la sospensione del mutuo per legge 104, la possibilità di sollevarsi dall’impegno con la banca per alcuni mesi se la rata diventa insostenibile. Vediamo di seguito quali sono le condizioni per accedere a queste possibilità e quali vantaggi e garanzie offrono.

Sospensione mutuo legge 104: requisiti e casi

Quello del pagamento del mutuo è infatti un impegno che in alcuni periodi può diventare ancora più critico. Complice la crisi economica e occupazionale, far fronte al saldo della rata del mutuo potrebbe essere difficile. La legge prevede vie di uscita soprattutto per le persone più meritevoli di tutela. Tra queste categorie rientrano i titolari di legge 104.

Il Fondo di Solidarietà dei mutui permette ai mutuatari di sospendere il pagamento della quota capitale di alcune rate del mutuo prima casa. Il beneficio può essere richiesto fino ad un massimo di 2 volte per un totale di 18 mesi ma solamente se ricorrono determinati requisiti.

Il primo, abbiamo visto, è la titolarità della legge 104 (riconoscimento di un handicap grave, ex articolo 3 comma 3 della legge 5 febbraio 1992 o invalidità civile non inferiore al 80%).
Le condizioni che possono rappresentare presupposto per la richiesta di sospensione mutuo disabili sono:
– perdita del lavoro a tempo indeterminato o determinato;
– morte sopraggiunta di richiedente del mutuo;
– avere un reddito Isee non superiore a €30.000;
– importo del mutuo non superiore a €250.000 per l’acquisto di un immobile adibito ad abitazione principale (con esclusione case di lusso).
Le suddette condizioni devono sussistere nei tre anni precedenti alla presentazione della richiesta di sospensione.

Come sospendere le rate del mutuo: modalità domanda e tempi

Allo scopo di dare seguito all’impegno di sostenere le famiglie in difficoltà, ABI e Associazioni dei Consumatori hanno optato per la proroga dell’accordo per la sospensione della sola quota capitale dei mutui ipotecari sull’abitazione principale nel caso di sospensione lavoro o riduzione dell’orario lavorativo. La durata della sospensione del pagamento è di 12 mesi.
La domanda di sospensione del mutuo per legge 104 in questo caso deve essere presentata direttamente online dal sito ABI compilando il relativo modulo.

Da sempre appassionata di scrittura e alla continua ricerca di storie da raccontare. Mi affaccio al mondo dei mutui, argomento non sempre di facile comprensione per tutti, per aiutare chi è alla ricerca di informazioni utili. Non posso vivere senza: musica, amici e wafer 🙂

Ancora nessun voto.

Valuta questo contenuto

Continua a leggere

Articolo precedente
vendere la prima casa acquistata con il bonus casa
News

Dopo quanto si può vendere la prima casa acquistata con il bonus casa?

Articolo successivo
Brad lo Spread
News

Mutui Insider: Brad, lo Spread

Right Menu Icon