mutuo 100 valore immobile

Mutuo 100 valore immobile: condizioni, vantaggi e svantaggi

Il mutuo 100 valore immobile rappresenta la soluzione idea per diverse categorie di persone, tutte accomunate dalla volontà o necessità di non intaccare (se non nella maniera minore possibile) i risparmi accumulati e, al contempo, diventare proprietari di un immobile. Mutuo 100 valore immobile Come detto in apertura, il mutuo 100 valore immobile rappresenta la […]

Il mutuo 100 valore immobile rappresenta la soluzione idea per diverse categorie di persone, tutte accomunate dalla volontà o necessità di non intaccare (se non nella maniera minore possibile) i risparmi accumulati e, al contempo, diventare proprietari di un immobile.

Mutuo 100 valore immobile

Come detto in apertura, il mutuo 100 valore immobile rappresenta la soluzione ideale per diverse categorie di persone che non vogliono o non possono utilizzare altra liquidità per acquistare l’immobile. Se la scelta di non voler sfruttare risparmi accantonati è di natura soggettiva, diversa è la situazione per chi non può usufruire di tale liquidità. Un esempio lampante sono i giovani che dopo pochi anni di lavoro non hanno accumulato sufficienti risorse per poter richiedere un importo inferiore, da integrare con le loro disponibilità. Anche se questa categoria ha prodotti a sé dedicati come i mutui giovani, che spesso coprono fino ai 35 anni d’età del richiedente, non è detto che i finanziamenti arrivino fino al 100% del valore dell’immobile. Pertanto, qualora non si disponesse di risparmi pregressi, sarebbe impossibile acquistare l’immobile desiderato.

Di per sé il mutuo 100% valore immobile non richiede procedure particolari o diverse da mutui con LTV inferiori, tuttavia sarà necessaria una ricerca più approfondita dal momento che non tutte le banche sono disposte a offrire l’intero ammontare del valore dell’immobile. Se una volta questo prodotto era maggiormente presente sul mercato, ora vive un momento particolare, in cui la richiesta rimane alta ma l’offerta non segue la domanda. In tempi di condizioni economiche poco prospere e di mercato immobiliare stagnante infatti, le banche sono restie a concedere mutui pari al valore dell’immobile che, in caso di insolvenza, potrebbe non permettergli di rientrare dall’investimento in caso di vendita all’asta del bene.

Mutuo 100 valore immobile: vantaggi

I vantaggi di un mutuo 100% sono principalmente due: il primo è quello che, non avendo problemi di liquidità da aggiungere, si può acquistare l’immobile che si desidera quando se ne presenta l’occasione. Ad esempio, se una banca prestasse 150.000 euro e si avessero a disposizione 30.000 euro da aggiungere alla somma, non potremmo mai comprare un immobile che costi più di 180.000 euro. Nel caso del mutuo 100% il problema non sussiste, non si deve perciò cambiare immobile da acquistare o attendere di avere sufficiente denaro da parte per permettersi l’acquisto. Il secondo punto a favore è che, a parità di stipendio, si potrà accendere il mutuo prima rispetto ai mutui tradizionali, nei quali abbiamo la necessità di accantonare delle riserve da integrare con il mutuo. Iniziare prima significa anche finire prima di pagare il finanziamento e darsi l’opportunità futura di ulteriori investimenti. Oppure ci permette semplicemente di allungare il piano di ammortamento e di ottenere così rate più leggere.

Mutuo 100 valore immobile: svantaggi

Lo svantaggio principale del mutuo 100% è legato al costo della rata, in proporzione più alta rispetto ad un mutuo con LTV inferiore. Per valori di LTV fino a 75-80% le banche richiedono sì tassi di interesse maggiori rispetto a LTV di fascia bassa (50-70%) ma ancora non così elevati come per la fascia superiore all’80%. Questo perché, superata tale soglia, vengono apposte dalla banca, per la restante parte di capitale (20% del LTV), delle apposite assicurazioni che permettono all’istituto di credito di coprirsi dal rischio a cui si espone concedendo credito per l’intero valore dell’immobile. Queste assicurazioni vengono scaricate sulla rata, determinando spread maggiori. Il tasso risulta quindi incrementato e meno conveniente rispetto a mutui che concedono solamente una parte del capitale necessario all’acquisto del bene. A conti fatti la differenza è notevole.

D’altronde però non esistono molte altre soluzioni per chi, senza liquidità disponibile, volesse acquistare casa. L’alternativa sarebbe la presenza di un garante, ma qui la situazione si complicherebbe.

Mutuo 100 valore immobile prima casa

Il mutuo 100% è spesso la soluzione ideale per chi intende acquistare la prima casa ma non ha ancora sufficienti risorse a disposizione per permettersi un mutuo che conceda un credito minore. Poter ottenere tutto il denaro sufficiente all’acquisto consente di accendere il mutuo ad un età inferiore di chi otterrà un finanziamento non al 100% a cui dovrà aggiungere la differenza con risorse proprie. Iniziare prima a ripagare il mutuo ci da maggiori possibilità di scelta sulla durata del piano di rimborso, potendo contare su più anni lavorativi davanti. Prende così quota l’opportunità di allungare il piano di ammortamento con l’obiettivo di ottenere una rata meno incisiva sulla nostra vita quotidiana.

Scrivo di mutui perché sogno di poterne fare uno. Adoro gli indovinelli; sai come si fa a tenere una persona sulle spine? Dopo te lo dico…

Continua a leggere

Articolo precedente
Surroga seconda casa
News

Posso richiedere la surroga mutuo seconda casa?

Articolo successivo
Documenti surroga mutuo
News

Documenti per surroga mutuo: ecco cosa serve

Right Menu Icon