Ultime notizie sui mutui

Ultime notizie sui mutui: più tutele dall’Europa

Il Parlamento Europeo ha approvato un nuovo regolamento per il settore dei mutui, che dovrà essere ratificato poi da ogni stato comunitario. Le novità introdotte sono molteplici e consistono in una maggiore chiarezza per quel che riguarda i costi e i rischi legati alle imprese: sarà più trasparente il calcolo del peso del rischio d’impresa per il quale […]

Il Parlamento Europeo ha approvato un nuovo regolamento per il settore dei mutui, che dovrà essere ratificato poi da ogni stato comunitario.
Le novità introdotte sono molteplici e consistono in una maggiore chiarezza per quel che riguarda i costi e i rischi legati alle imprese: sarà più trasparente il calcolo del peso del rischio d’impresa per il quale vengono calcolati i tassi dei finanziamenti.
Le banche inoltre saranno tenute a chiarire meglio, in fase di stipula del mutuo, le conseguenze della variazione dei tassi. Questo serve per evitare che le persone, attratte dai bassi tassi del periodo, scelgano con troppa leggerezza il tipo di tasso, salvo poi trovarsi con l’acqua alla gola in caso di variazioni di mercato. E’ importante che vengano loro fornite statistiche semplici e chiare per prendere la scelta migliore in base alle proprie possibilità. Di queste ultime notizie sui mutui vediamo le principali.

 

Le novità principali

Fra le novità più importanti c’è la cancellazione di penali per l’estinzione anticipata del debito. Questo garantisce una boccata d’ossigeno ai debitori, che vedendosi sgravare definitivamente dal peso del finanziamento possono allocare quelle stesse risorse in altri modi, contribuendo a rilanciare i consumi. A ben vedere, questa novità rappresenta un’ulteriore soluzione per la ripresa economica.
Introdotto anche il diritto di recesso entro 7 giorni, che può dare così la possibilità al titolare del debito di ripensare ed “annullare” tutto entro questi termini.
Per i prestiti erogati in valuta estera dovranno essere chiariti tutti i parametri di cambio in modo che l’utente sappia quanto dovrà corrispondere, anche in base a possibili flessioni di mercato. Anche in questo caso la tutela per il consumatore è evidente, volta a dare maggiore stabilità in un momento di particolare variazione dei tassi, ora molto bassi ma che, in caso di ripresa, potrebbero subire una nuova corsa al rialzo.
Novità sono arrivate anche nel caso di mancato pagamento del debito e di conseguente vendita dell’immobile, che dovrà in qualche modo essere posto sul mercato al miglior prezzo che agevoli il rimborso del debito residuo. Interessati da questa novità sono tutti i soggetti coinvolti all’atto della stipulazione del mutuo che, ottenendo un maggior valore dalla vendita dell’immobile, potranno rientrare (almeno in parte) dell’investimento fatto.
Queste ultime notizie sui mutui non possono che infondere ottimismo tra i consumatori, i creditori e il mondo economico.

Continua a leggere

Tag:, ,
Articolo precedente
Spese notarili acquisto prima casa
News

Spese notarili acquisto prima casa: cosa comprendono?

Articolo successivo
Risparmio energetico
News

Risparmio energetico: 2017 anno di detrazioni

Right Menu Icon