Speciale Mutui per i Giovani: Diritto al Futuro.

Diritto al Futuro è un programma di sostegno destinato ai giovani, nato su iniziativa del Ministro della gioventù Giorgia Meloni. Si tratta di Fondo di Garanzia in grado di garantire la concessione del finanziamento a chi fa richiesta di un mutuo prima casa per giovani e precari con età inferiore ai 35 anni. A partire […]

Diritto al Futuro è un programma di sostegno destinato ai giovani, nato su iniziativa del Ministro della gioventù Giorgia Meloni.

Si tratta di Fondo di Garanzia in grado di garantire la concessione del finanziamento a chi fa richiesta di un mutuo prima casa per giovani e precari con età inferiore ai 35 anni.

A partire da settembre 2011, il Fondo permette alle giovani coppie con contratti di lavoro a tempo non indeterminato di ottenere più facilmente mutui prima casa a condizioni di favore. Il Fondo, gestito dalla Consap SpA, avrà una dotazione patrimoniale a regime di 50 milioni di euro. E rilascerà a favore delle banche e degli intermediari finanziari garanzie a prima richiesta a copertura di un ammontare non superiore a 75mila euro, costituito dal 50% della quota capitale dei mutui ammissibili, degli interessi contrattuali calcolati in misura non superiore al tasso legale e dei costi di recupero non superiori al 5% del capitale residuo

 

FINALITÀ DEL FONDO

Il fondo consente alle giovani coppie con un reddito sufficiente seppur di natura precaria, di ottenere un mutuo per l`acquisto della prima casa, anche se prive delle garanzie abitualmente richieste.

AMMONTARE DEL FONDO

Euro 50.000.000,00 (cinquantamilioni/00)

CARATTERISTICHE DEI BENEFICIARI

  • giovani coppie coniugate (con o senza figli) o nuclei familiari anche mono genitoriali con figli minori;
  • età inferiore a 35 anni (tale requisito deve essere soddisfatto da tutti i richiedenti);
  • reddito ISEE complessivo non superiore a 35 mila euro; non più del 50% del reddito complessivo imponibile ai fini IRPEF deve derivare da contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato;
  • non essere proprietari di altri immobili ad uso abitativo.

CARATTERISTICHE DELL¹IMMOBILE

  • deve essere adibito ad abitazione principale;
  • non deve rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi) e non deve avere una superficie superior e a 90 metri quadrati;
  • non deve avere le caratteristiche di lusso indicate nel decreto del Minist ero dei lavori pubblici in data 2 agosto 1969.

CARATTERISTICHE DEL MUTUO

  • mutui ipotecari per l¹acquisto dell¹abitazione principale;
  • di ammontare non superiore a 200.000 euro;
  • Il tasso applicato e le condizioni del mutuo sono stabilite dai singoli istituti bancari entro i parametri consentiti dall¹accordo tra il Dipartimento della Gioventù e l¹ABI.

GARANTISCE LO STATO

L¹accordo tra Abi e Dipartimento della Gioventù prevede che lo stato garantisca il 50% della quota capitale del mutuo concesso. Le banche non potranno richiedere garanzie ulteriori oltre l¹ipoteca sull¹immobile.

Continua a leggere

Articolo precedente

Novità! Mutuo BNL QuasiFisso: sicuro e conveniente

Articolo successivo

Ho trovato la mia casa. Quanto posso avere di mutuo?

Right Menu Icon