Assicurazione mutuo

Polizza mutuo: facoltative o obbligatorie?

All’accensione del mutuo la legge prevede obbligatoriamente la stipula di una polizza assicurativa, mentre per tutte le altre rimane una decisione che spetta al mutuatario in base alla sua propensione al rischio e alle sue necessità.

Acquistando la casa tramite l’accensione di un mutuo spesso ci si scorda che, per abbattere i rischi di creditore e debitore, esistono delle polizza mutuo obbligatorie per legge. Queste contribuiscono all’onerosità del mutuo ma non tutte sono obbligatorie: esistono infatti polizze facoltative che è comunque bene conoscere e vagliare prima di prendere la scelta definitiva.

Polizza mutuo: furto-incendio l’unica obbligatoria

Per legge, e con lo scopo di tutelare i soggetti coinvolti, l’unica polizza obbligatoria è quella contro furto, incendio o scoppio. La polizza ha l’obiettivo di tutelare contro l’avvenimento dell’evento per il periodo del rimborso e, pur essendo eventi abbastanza rari, gli incendi rappresentano situazioni altamente distruttive che impattano direttamente sul valore dell’immobile: in caso di incendio importante il valore della casa può quasi ridursi a zero. Questa polizza rappresenta la giusta copertura sia per il mutuatario sia per la banca, la quale vanta l’ipoteca sull’immobile e si vedrebbe danneggiata da un evento di questo tipo.

Esisto ulteriori tipologie di polizze assicurative che si possono inserire nel mutuo al momento della sua firma: queste sono le assicurazioni facoltative che tendono a garantire entrambi le parti, creditore e debitore, nel caso quest’ultimo deceda o si ammali. Inoltre, è possibile stipulare una polizza per prevenire il rischio di perdita del lavoro che renderebbe il mutuatario insolvente nel giro di poco tempo, salvo che questo possa vantare una fideiussione.

Per queste tipologie di polizze contro la perdita del lavoro la legge prevede che la banca, oltre a mostrare un prospetto dell’assicurazione con cui collabora, sia obbligata a presentare al futuro mutuatario almeno altre due soluzioni assicurative legate a compagnie indipendenti e non convenzionate con la banca stessa. Essendo questa un’assicurazione costosa, il debitore avrà dieci giorni di tempo per cercare lui stesso la soluzione più adatta alle proprie esigenze; operazione questa che necessita generalmente di un po’ di più per districarsi tra i vari aspetti dell’assicurazione: franchigie, tutele, durata, garanzie accessorie, costo delle commissioni e via dicendo.

Le assicurazioni sui mutui rivestono un ruolo importante per il mutuatario in quanto incidono direttamente nel TAEG del finanziamento. Anche il pagamento della polizza rappresenta un nodo cruciale: si può infatti pagare in un’unica soluzione oppure “spalmarla” sul mutuo e aggiungerla alle rate mensili.

Ultimo aspetto da tenere in considerazione è che, nel malaugurato caso in cui si verificasse l’evento contro il quale ci si tutela (incendio ad esempio), la compagnia assicurativa prima di pagare l’assicurato dovrà comunicarlo alla banca per ottenere il via libera.

Scrivo di mutui perché sogno di poterne fare uno. Adoro gli indovinelli; sai come si fa a tenere una persona sulle spine? Dopo te lo dico…

5/5 (1)

Valuta questo contenuto

Continua a leggere

Articolo precedente
mutuo casa in costruzione
News

Mutuo casa in costruzione

Articolo successivo
Piano ammortamento francese
News

Piano di ammortamento alla francese: cos’è e come si calcola?

Right Menu Icon