Mutuo: sostituzione o surroga?

Cambiare mutuo, meglio un mutuo surroga o un mutuo sostituzione?   Fare un mutuo per acquistare casa nel tempo può diventare non più sostenibile, non solo un mutuo a tasso variabile può avere nel tempo una rata che cresce troppo a causa dell` aumentare degli indici europei di riferimento, ma anche un mutuo a tasso fisso può creare problemi, se […]

Cambiare mutuo, meglio un mutuo surroga o un mutuo sostituzione?

 

Fare un mutuo per acquistare casa nel tempo può diventare non più sostenibile, non solo un mutuo a tasso variabile può avere nel tempo una rata che cresce troppo a causa dell` aumentare degli indici europei di riferimento, ma anche un mutuo a tasso fisso può creare problemi, se a mutare sono le condizioni finanziarie.

 

La soluzione può essere la surroga mutuo (Decreto Bersani del 2007) oppure la sostituzione mutuo : sono due diverse operazioni, in quanto la seconda prevede anche una possibile aggiunta di liquidità.

 

Come fare se si vuole fare la surroga mutuo?

 

Prima di tutto per la surroga mutuo bisogna avere a portata di mano diversi dati: l` ultima rata pagata, il taeg (tasso annuale effettivo globale), quante rate ancora mancano da pagare, il totale del capitale residuo.

Dopo si fanno dei preventivi per scegliere quale sia il prodotto più vantaggioso.

 

 

Coi vari preventivi di surroga mutuo in mano, si decide quale prodotto scegliere.

E’ a costo zero per il cliente, tramite anche una semplice scrittura privata senza notaio (la banca ha il diritto però di richiederne l` intervento: allora le spese sono a carico del cliente): è possibile contrattare variazioni del tasso di interesse, dell` importo della rata, della tipologia di mutuo, della durata del piano di rimborso.

 

Ovviamente la banca non ha l` obbligo di accettare; a questo punto allora è possibile accendere un mutuo per surroga presso un` altra banca, che si occuperà di tutte le pratiche di trasferimento: il cliente non deve pagare spese o commissioni.

 

Invece per la sostituzione mutuo vi sono dei costi in più; infatti con la sostituzione mutuo il cliente richiede anche una liquidità aggiuntiva: dato che c`è da fare una nuova ipoteca per la sostituzione, dovrà sostenerne i costi relativi (c`è anche la possibilità di perdita di benefici fiscali eventuali).

 

Continua a leggere

Articolo precedente

Ipoteca immobiliare: flessione sui mutui

Articolo successivo

Mutui casa: tassi bassi nel 2011

Right Menu Icon