Mutui casa, arrivano nuove regole dall’Europa

Ci sono grandi novità sui mutui casa dall’Europa. Un giro di affari da oltre 6.000 miliardi di Euro. Questo è quanto vale il mercato dei mutui ipotecari nella UE. E per questo la stessa comunità ha stabilito nuove regole proprio sui mutui per le famiglie destinati all’acquisto dalla casa. Il Parlamento Europeo ha iniziato ad […]

Ci sono grandi novità sui mutui casa dall’Europa. Un giro di affari da oltre 6.000 miliardi di Euro. Questo è quanto vale il mercato dei mutui ipotecari nella UE. E per questo la stessa comunità ha stabilito nuove regole proprio sui mutui per le famiglie destinati all’acquisto dalla casa. Il Parlamento Europeo ha iniziato ad approntare nuovi diritti per le famiglie che stipuleranno un mutuo ipotecario.

Maggiore trasparenza e maggiore attenzione per le esigenze del cliente che accende un mutuo, questi sono i principi della riforma sui mutui.

Le principali norme della riforma sono:

  • Diritto di Recesso : nei successivi 14 giorni alla stipula del mutuo, il debitore potrà ripensarci e annullare tutto
  • Soglie di sopravvivenza minime : introduzione di meccanismi volti ad impedire alle banche di compiere operazioni azzardate come concedere mutui a soggetti che non sono in grado di far fronte ai pagamenti
  • Maggiore concorrenza : facilitare il confronto di più tipologie di mutui e tassi, soprattutto attraverso i siti internet di mutui online

Quello dei mutui casa è un settore che al Parlamento Europeo desta la massima attenzione, anche perché si va ad intaccare il bene primario delle famiglie. Intervenire sui mutui ipotecari sembra essere una scelta politica saggia anche se la sensazione però, è che fino ad oggi non vi siano delle regole precise e circostanziate, ma solo delle proposte che ancora non sono state declinate in leggi.

Di certo, intervenire in un settore così delicato, come quello dei mutui non è facile, ma certamente si può fare di più.

Il diritto di recesso entro 14 giorni dalla stipula del mutuo, non sarà sicuramente un grande vantaggio per le famiglie. Ben diverso è facilitare la comparazione tra banche e mostrarne in maniera trasparente i costi nascosti potrebbe essere la vera novità di una nuova normativa del settore mutui.

Continua a leggere

Articolo precedente

Un mutuo su tre concesso da banche estere

Articolo successivo

L’euro sopravviverà !

Right Menu Icon