Consulente per il credito

Chi è il mediatore creditizio per il mutuo

Quando ci si approccia all’acquisto di un immobile attraverso la richiesta di un mutuo, ci sono molti aspetti da tenere in considerazione e il rischio di sbagliare e di spendere più del dovuto, è molto alto. E’ per questo che esiste la figura del mediatore creditizio per il mutuo, che aiuta il futuro mutuatario in […]

Quando ci si approccia all’acquisto di un immobile attraverso la richiesta di un mutuo, ci sono molti aspetti da tenere in considerazione e il rischio di sbagliare e di spendere più del dovuto, è molto alto. E’ per questo che esiste la figura del mediatore creditizio per il mutuo, che aiuta il futuro mutuatario in tutte le fasi dell’acquisto, dalla scelta fino all’erogazione del mutuo.

Come diventare mediatore creditizio

Il mediatore creditizio è una figura professionale che fa da intermediario tra la banca, o altro istituto bancario, e il cliente che è interessato a richiedere un finanziamento, che sia un prestito o un mutuo. Il mediatore è spesso anche definito “consulente” perchè tra le sue funzioni c’è anche quella di indirizzare il cliente verso la scelta più corretta. Allo stesso tempo però deve essere super-partes, mantenendo quindi totale autonomia sia verso l’istituto finanziario che verso la propria clientela.

Per diventare mediatore creditizio è necessario superare una prova d’esame presso l’OAM (Organismo degli Agenti e dei Mediatori), l’unico Organismo competente che gestisce gli elenchi dei mediatori; per poter sostenere la prova è necessario essere in possesso di alcuni requisiti:

  • forma di società per azioni, o a responsabilità limitata o cooperativa;
  • sede legale e amministrativa nel territorio italiano;
  • oggetto sociale con previsione dell’esercizio dell’attività di mediazione creditizia in via esclusiva;
  • possesso dei requisiti di onorabilità e professionalità;
  • possesso di una casella di posta elettronica certificata e di una firma digitale;
  • capitale sociale non inferiore a 50.000 euro.

A cosa serve un consulente finanziario

Lo scopo principale del consulente è proprio di aiutare il futuro mutuatario nella scelta del mutuo più adatto alle sue esigenze. Egli interviene infatti sin dalle prime fasi: dalla valutazione dell’importo alla selezione della banca più idonea, fino ai passaggi finali che si concludono con l’erogazione vera e propria del mutuo. Si tratta di un professionista che aiuta il cliente, grazie alla sua competenza e conoscenza del settore finanziario, a non commettere errori che possono avere conseguenze anche nei anni successivi.

 

Scrivo di mutui perché sogno di poterne fare uno. Adoro gli indovinelli; sai come si fa a tenere una persona sulle spine? Dopo te lo dico…

Continua a leggere

Articolo precedente
Mutui a 40 anni
News

Chi fa mutui a 40 anni commette un errore?

Articolo successivo
Assicurazione mutuo casa
News

Assicurazione mutuo casa: tipologie e obbligatorietà

Right Menu Icon