Arriva il leasing immobiliare. Ecco cosa cambierà sull’acquisto della prima casa

Immagina di poter pagare l’affitto per un certo periodo di tempo e poi decidere se riscattare la casa oppure cambiare casa. E’ esattamente lo stesso meccanismo che da diversi anni ha preso piede per le automobili, e che potrebbe diventare realtà anche per gli immobili. Vediamo nel dettaglio di che si tratta. Come funziona Tra i […]

Immagina di poter pagare l’affitto per un certo periodo di tempo e poi decidere se riscattare la casa oppure cambiare casa. E’ esattamente lo stesso meccanismo che da diversi anni ha preso piede per le automobili, e che potrebbe diventare realtà anche per gli immobili. Vediamo nel dettaglio di che si tratta.

Come funziona
Tra i vari emendamenti alla Legge di Stabilità presentati in Parlamento rientra anche questa novità sul leasing immobiliare, che potrebbe modificare radicalmente il modo di intendere il concetto di proprietà. Come funziona? Il meccanismo è semplice: l’intermediario finanziario (banca o altro) si impegna ad acquistare o far costruire l’immobile con le caratteristiche richieste dal futuro utilizzatore. Quest’ultimo ci potrà vivere pagando un affitto per un determinato periodo di tempo, superato il quale potrà scegliere se riscattare l’appartamento, anche usufruendo di un mutuo, ma trovandosi decurtati i canoni già versati, oppure lasciare l’immobile alla proprietaria (la banca).

I pro e i contro
I vantaggi sono molti e molto interessanti:
1) non sarà più necessario sobbarcarsi da subito un mutuo con una banca per acquistare casa, perchè con il leasing immobiliare la scelta potrà essere fatta con più calma;
2) i soldi pagati mese per mese in affitto non andranno persi, ma saranno scontati dal prezzo finale dell’immobile, in caso l’affittuario decidesse di comprarlo;
3) per gli under 35 e con un reddito sotto i 55mila euro saranno deducibili ai fini Irpef (19%) sia i canoni d’affitto mensile sia il riscatto finale dell’immobile.

Questo terzo punto è l’unico che potremmo vedere anche come un lato negativo: gli sgravi fiscali infatti sono riservati solo ai giovani e ai redditi meno abbienti. Per il resto questa novità potrebbe portare davvero una rivoluzione nel mondo immobiliare, staremo a vedere.

Intanto dai un’occhiata ai migliori mutui proposti dalle banche >>

 

Fonte: www.ilsole24ore.com

Continua a leggere

Articolo precedente

Addio, Tasi, confermato bonus mobili: le principali novità della Legge di Stabilità 2016

Articolo successivo

I migliori mutui acquisto casa di Dicembre

Right Menu Icon