surroga mutui tasso fisso

Surroga mutui: tasso fisso il più richiesto anche nel 2017?

La surroga mutui tasso fisso continua ad essere in questo particolare periodo storico la scelta più gettonata da chi cambia banca. Nella prima metà del 2016 mutui surroga e sostituzioni hanno rappresentato insieme il 51,2% del mercato trainando la domanda insieme ai mutui casa. Quali sono i vantaggi di questa scelta e quali le prospettive […]

La surroga mutui tasso fisso continua ad essere in questo particolare periodo storico la scelta più gettonata da chi cambia banca. Nella prima metà del 2016 mutui surroga e sostituzioni hanno rappresentato insieme il 51,2% del mercato trainando la domanda insieme ai mutui casa. Quali sono i vantaggi di questa scelta e quali le prospettive per il 2017?

Surroga mutui tasso fisso: cosa succederà nel 2017?

Ovviamente restiamo nel campo delle ipotesi, sebbene fondate su dati certi: fare previsioni infallibili in questo campo è difficile e un margine di aleatorietà resta in ogni caso. Tuttavia, sulla base di quelle che sono le condizioni attuali, è possibile prevedere che il trend della prima metà del 2017 confermerà quello dell’anno che sta per concludersi. Ma che cosa rende i mutui surroga convenienti?

Surroga mutui tasso fisso: tassi ai minimi storici

A giocare un ruolo cruciale sono in primo luogo i tassi di interesse, assestati su valori minimi difficilmente ripetibili secondo quanto ci insegna la storia. In una fase iniziale il risparmio dei tassi di interesse variabili è piuttosto limitato e questo contribuisce a rendere il tasso fisso attraente per chi vuole cambiare mutuo. Nel 72% dei casi chi trasferisce il mutuo da una banca all’altra passa al tasso fisso.

Mutui surroga: tasso fisso e durata ridotta

La surroga mutuo è un’operazione gratuita che però ha il limite di trasferire il debito residuo senza liquidità aggiuntiva. Le condizioni che variano sono invece appunto i tassi e la durata. Abbiamo visto che, per quanto riguarda il primo aspetto, è la surroga mutui tasso fisso la tendenza più diffusa. Per quello che concerne la durata invece chi può cerca tendenzialmente di ridurre il numero delle rate. Chi invece ha come esigenza prioritaria quella di abbassare la rata, punta ad un loan to value più basso rispetto a quello concesso per mutui ipotecari nuovi.

Continua a leggere

Articolo precedente
applicazioni gratuite
News

Applicazioni gratuite terremoto: rilevazione e prevenzione a portata di smartphone

Articolo successivo
calcolo mutuo online poste italiane
News

Calcolo mutuo online Poste Italiane: acquisto, ristrutturazione, surroga e sostituzione

Right Menu Icon