mutuo

Mutuo insostenibile? Come non perdere le agevolazioni prima casa

Se la rata del mutuo sulla prima casa diventa insostenibile e si è costretti a vendere l’abitazione senza che siano trascorsi i 5 anni richiesti per legge si perdono le agevolazioni? E’ una situazione in cui si trovano molte persone che hanno fatto la scelta del mutuo sbagliata o che hanno comprato un immobile superiore […]

Se la rata del mutuo sulla prima casa diventa insostenibile e si è costretti a vendere l’abitazione senza che siano trascorsi i 5 anni richiesti per legge si perdono le agevolazioni? E’ una situazione in cui si trovano molte persone che hanno fatto la scelta del mutuo sbagliata o che hanno comprato un immobile superiore alle loro possibilità economiche attuali. Vediamo come evitare ripercussioni e limitare i danni.

Vendita prima casa per cause di forza maggiore: si perdono le agevolazioni

Sul punto di recente è intervenuta anche la Cassazione che ha fatto rientrare nelle cause di forza maggiore che permettono di mantenere le agevolazioni sulla prima casa anche l’impossibilità sopravvenuta di pagare il mutuo.

Resta fermo quindi il principio generale per cui la casa acquistata con bonus prima casa, a prescindere che sia stato accesso un mutuo e che ci sia stata o meno intermediazione di agenzia immobiliare, non può essere rivenduta prima di cinque anni se si intende mantenere la possibilità dello sconto fiscale previsto per immobili non di lusso. In questa breve descrizione abbiamo riassunto i principali requisiti soggettivi e oggettivi per il riconoscimento e il mantenimento del bonus prima casa. Sono previste alcune eccezioni se, dopo la vendita ed entro un anno da questa, si acquista una nuova prima casa, sempre non di lusso.
Ma la giurisprudenza ha individuato anche alcune cause di forza maggiore che possono portare alla vendita senza conseguenze sul piano fiscale: tra queste disoccupazione o altri cambiamenti professionali che rendano impossibile pagare il mutuo casa. La cassa integrazione di per sé non basta: è opportuno provare lo stato di oggettiva impossibilità economica, soprattutto tenendo conto del carattere temporaneo della misura.

Mutuo: cosa fare se la rata diventa insostenibile

Aldilà di quelle che sono le implicazioni sui benefici prima casa è chiaro che una rata del mutuo divenuta insostenibile crea problemi in diversi ambiti. Come ridimensionare le conseguenze? Se ci si è accorti di aver scelto un mutuo non conveniente o semplicemente inadeguato alle proprie possibilità di pagamento attuali, è possibile valutare tre soluzioni: rinegoziazione, sostituzione e surroga.

Continua a leggere

Articolo precedente
Preventivo mutuo
News

Preventivo mutuo, perché conviene richiederlo online

Articolo successivo
calcola mutuo
News

Calcola mutuo: i tassi nel 2017 aumenteranno?

Right Menu Icon