mutui-prima-casa

Mutui prima casa: boom di domande tramite il Fondo garanzia

La domanda di mutui prima casa ha fatto registrare un incremento del 97% dal 2014 al 2015. I dati dell’’Abi (Associazione Bancaria Italiana) confermano il successo del Fondo garanzia mutui: da Febbraio dell’’anno scorso al secondo mese del 2016 sono stati erogati oltre 539 milioni di euro di mutui per acquistare la prima casa da […]

La domanda di mutui prima casa ha fatto registrare un incremento del 97% dal 2014 al 2015. I dati dell’’Abi (Associazione Bancaria Italiana) confermano il successo del Fondo garanzia mutui: da Febbraio dell’’anno scorso al secondo mese del 2016 sono stati erogati oltre 539 milioni di euro di mutui per acquistare la prima casa da parte delle 142 banche che hanno aderito al Fondo. Senza dubbio questo strumento pubblico è stato uno stimolo al mercato dei mutui.

Fondo garanzia mutui prima casa: come funziona

Il Fondo garanzia mutui per la prima casa garantisce al massimo la metà dell’’importo della quota capitale su mutui ipotecari o connessi all’’acquisto e ad interventi di ristrutturazione e miglioramento dell’’efficienza energetica di immobili adibiti ad abitazione principale. Alcuni paletti sono fissati in ordine all’’importo (il mutuo richiesto non può essere maggiore di 250 mila euro) e al tipo di immobile (sono escluse le categorie catastali A1, A8 e A9 e in generale gli immobili di lusso).
Per quanto riguarda i requisiti soggettivi non ci sono limiti: chiunque, a prescindere dal reddito e dall’’età, può fare domanda per avere accesso al Fondo garanzia mutui prima casa. L’’unica condizione è non essere proprietari di altri immobili ad uso abitativo (salvo il caso in cui abbiano acquistato la proprietà per successione e di immobili che siano concessi in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli).
Tuttavia è previsto un ordine di precedenza: hanno un canale preferenziale le domande inoltrate da coppie giovani (in cui almeno uno dei due componenti ha meno di 35 anni) con alle spalle almeno due anni di convivenza; nuclei familiari monogenitoriali con figli minori a carico; giovani under 35 titolari impegnati in un rapporto di lavoro atipico e conduttori di alloggi di proprietà degli Istituti autonomi per le case popolari.

Mutui prima casa: quanto durerà il Fondo di garanzia?

Le previsioni dell’’Abi sono ottimistiche. L’’obiettivo è quello di “continuare a favorire l’accesso ai mutui attraverso una dotazione da 550 milioni di euro che potrebbe garantire finanziamenti potenziali per 12-15 miliardi di euro” per tutto il 2016. Sul sito della Consap, la Concessionaria servizi assicurativi pubblici che gestisce il Fondo, è possibile scaricare il modulo per fare domanda.
Se state valutando di chiedere un mutuo per la prima casa e rientrate nei requisiti sopra elencati la prima cosa da fare è quella di provare ad accedere a questo aiuto.

Continua a leggere

Articolo precedente
rinegoziazione-mutuo
News

Rinegoziazione mutuo: differenze, vantaggi e svantaggi rispetto alla surroga e alla sostituzione

Articolo successivo
mutuo-online-leasing-immobiliare-confronto
News

Mutuo online e leasing immobiliare a confronto: cosa bisogna sapere

Right Menu Icon