Mutui online

Mutui online: differenze e similitudini

L’acquisto della casa passa quasi sempre attraverso la stipula di un mutuo e sempre più spesso la ricerca dei mutui online risulta determinante nella scelta finale. L’assenza di un luogo fisico e di dipendenti snellisce abbondantemente la struttura delle banche, che riescono così a fornire accesso al credito a condizioni meno onerose e per questo più […]

L’acquisto della casa passa quasi sempre attraverso la stipula di un mutuo e sempre più spesso la ricerca dei mutui online risulta determinante nella scelta finale. L’assenza di un luogo fisico e di dipendenti snellisce abbondantemente la struttura delle banche, che riescono così a fornire accesso al credito a condizioni meno onerose e per questo più appetibili. Inoltre, spesso, le banche online cercano di ridurre al minimo i costi accessori, riuscendo così a limare ulteriormente il TAEG.

Mutui online e sportello: alcune similitudini

Anche se i mutui online sono più economici dei mutui erogati allo sportello, l’ammontare complessivo del credito concesso è in linea con quello delle banche “fisiche”. Questo perchè anche online il mutuo più richiesto e più concesso è quello relativo ad un importo pari  all’80% del valore dell’immobile. Questo sostanzialmente per due motivi:

  • il finanziamento più richiesto è quello relativo alla prima casa, momento in cui non si dispone di grossa liquidità da parte. Serve necessariamente un prestito che si avvicini quanto più possibile al valore dell’immobile, considerando che i mutui 100% sono difficili da trovare, da ricevere e da restituire (necessitano infatti di garanzie e interessi maggiori);
  • per la banca l’80% è calcolato sul valore di mercato dell’immobile e non al prezzo di acquisto da parte del mutuatario. La perizia infatti determina sempre un valore minore rispetto a quanto viene venduto l’immobile, fornendo quindi alla banca un margine maggiore di rientro dall’investimento in caso di inadempienza del mutuatario.

Un altro punto in comune tra online e reale sono i parametri in base ai quali la banca decide se erogare o meno un prestito. Per definire il suo parere di affidabilità, gli istituti creditizi porgono particolare attenzione:

      • al valore dell’immobile il cui finanziamento è richiesto;
      • eventuali garanzie supplementari da parte di terzi;
      • rapporto rata/reddito: indicativamente intorno al 30-35%. Questo per non far gravare eccessivamente la rata sulla qualità della vita del mutuatario e per consentire quindi una certa facilità di restituzione;
      • dichiarazione dei redditi del richiedente e del nucleo familiare.

 

Mutui online: dove sono allora le differenze?

Le differenze non possono trovarsi certamente nei parametri di valutazione di un richiedente. Anzi, è normale siano identiche tra banche virtuali e reali, perchè non è la minor attenzione e rigidità a permettere tassi inferiori, ma anzi il vantaggio sta nella struttura organizzativa: niente o pochi sportelli, personale minimo, costi strutturali limitati al funzionamento del sito e alla messa in sicurezza dei dati e costi delle pratiche nettamente inferiori. E’ da qui che nasce la vera forza delle banche online. Inoltre i tempi di erogazione sono a vantaggio delle soluzioni online: procedure automatizzate, unite a strutture più flessibile (perchè più elastiche) consentono di ottenere il mutuo anche in 24-48 ore.

Certo, senza alcuni di questi aspetti anche il “rapporto” con la propria banca cambia: senza gestore bisogna essere un po’ più indipendenti nella gestione del proprio contratto, leggendo ancor meglio le condizioni che si sottoscrivono. Inoltre, in caso di problemi, spesso la soluzione è l’assistenza clienti telefonica. Differenze minime ma sostanziali, che possono piacere o meno, ma che di certo costituiscono un vantaggio economico non da poco.

Continua a leggere

Articolo precedente
Consolidamento debiti
News

Consolidamento debiti: una prova di affidabilità

Articolo successivo
ultimi cellulari
News

Nuovi smartphone in arrivo nel 2017

Right Menu Icon