Mutui online

Mutui online: convengono davvero?

Con l’avvento di internet è esplosa la possibilità per gli utenti di navigare e ricercare qualsiasi tipo di informazioni. Anche il mondo finance è stato letteralmente scombussolato, soprattutto con l’avvento dei comparatori e dei mutui online, che hanno fatto da pionieri in un mondo storicamente “fisico” in cui la figura della banca, intesa come istituto, […]

Con l’avvento di internet è esplosa la possibilità per gli utenti di navigare e ricercare qualsiasi tipo di informazioni. Anche il mondo finance è stato letteralmente scombussolato, soprattutto con l’avvento dei comparatori e dei mutui online, che hanno fatto da pionieri in un mondo storicamente “fisico” in cui la figura della banca, intesa come istituto, la faceva da padrona.

Mutui online, la convenienza a portata di click

Il principale vantaggio di una banca online è quello di sgravarsi di tutti quei costi fissi legati al mantenimento delle strutture fisiche e della rete che invece pesano, specialmente in periodi di “magra”, sulle spalle delle banche. Non sono da meno i colossi, che anche se possono contare su un bacino d’utenza maggiore debbono sostenere costi elevati, relativi alla presenza territoriale e ai relativi intermediari della filiera.

Negli istituti online invece il problema non sussiste, e anzi si trasforma in un vantaggio per l’utente dal momento che questi costi, non sostenuti, si traducono in interessi richiesti più piccoli sui finanziamenti concessi. Questo è il principale motivo per cui le banche online offrono rate più leggere a parità di importo erogato. Anche l’assenza, o il forte ribasso, delle spese di perizia ed istruttoria rappresenta un caposaldo dei mutui 2.0.

Occhio però ai costi “nascosti”

Anche i mutui online presentano però degli svantaggi. Ad esempio la diffidenza nell’affrontare un evento delicato ed importante come l’accensione del mutuo senza parlarne “di persona” con un gestore, senza avere un riferimento fisico. Inoltre, avvenendo le pratiche online, è necessario leggere con attenzione tutte le clausole e le condizioni vigenti: spesso le spese di incasso rata non sono mai evidenziate a sufficienza e le spese di gestione della pratica che, se variabili in base alla somma richiesta, dovrebbero spingervi a tralasciare la proposta.

Attenzione anche ai tassi: può capitare infatti che rimangano bassi per un certo periodo di tempo, salvo poi aumentare successivamente. Questo potrebbe incidere in maniera significativa sulla rata e quindi sulla capacità del mutuatario di rimborsarla. In questo caso è utile calcolare se, con il nuovo tasso, il mutuo risulti davvero competitivo e vantaggioso; per questo è sempre consigliato controllare il piano di ammortamento.

Mutuo online, si o no?

In definitiva i mutui online rappresentano un’ottima e più economica alternativa ai canali tradizionali: con un risparmio medio dello 0.25% a parità di importo rispetto ai mutui stipulati allo sportello (che si può tradurre in risparmi dell’ordine delle migliaia di euro), si collocano tra i prodotti più vantaggiosi sul mercato. Occhio però alle clausole e alle spese, e più in generale al contratto: non essendoci un gestore al quale affidarsi spetta al richiedente la lettura e la comprensione delle clausole. Sempre utile, prima di accendere mutui online, verificare se e dove si può trovare un riferimento fisico per eventuali problematiche.

Continua a leggere

Articolo precedente
mutuo consolidamento debiti
News

Mutuo consolidamento debiti: quali vantaggi?

Articolo successivo
Mutuo liquidità
News

Mutuo liquidità: generoso e vantaggioso

Right Menu Icon