mutui online

Mutui online, ad autunno 2016 lo spread scende ancora

Sebbene l’estate sia di norma una stagione positiva per i tassi sui finanziamenti, in autunno, e il 2016 non fa eccezione, la domanda di mutui online tende a crescere (e questo vale sia per i mutui casa che per i finanziamenti liquidità ma anche per le surroghe). Settembre infatti, con il rientro dalle vacanze, coincide […]

Sebbene l’estate sia di norma una stagione positiva per i tassi sui finanziamenti, in autunno, e il 2016 non fa eccezione, la domanda di mutui online tende a crescere (e questo vale sia per i mutui casa che per i finanziamenti liquidità ma anche per le surroghe). Settembre infatti, con il rientro dalle vacanze, coincide per molti con il momento dell’anno in cui si fanno progetti personali o professionali spinti dai buoni propositi. Ma quali sono le condizioni dei mutui online in questo periodo?

Mutui online, ecco chi gode dello spread più basso

Grazie alla consultazione di un sito di comparazione preventivi mutui online, è facile avere una idea delle condizioni proposte dalle diverse banche. Con pochi click si ottiene una panoramica ampia e si possono mettere a confronto più preventivi facilmente.

In linea di massima possiamo anticipare che nell’autunno 2016 il mercato dei mutui garantisce condizioni favorevoli, soprattutto per le categorie di clienti che rappresentano una maggiore garanzia per la banca (per via dell’età, del reddito o dell’importo richiesto e rapportato al valore della casa).
Ricordiamo che lo spread corrisponde in parole semplici alla percentuale di guadagno della banca. Dire che lo spread è sceso al di sotto della soglia dell’1%, vuol dire quindi che l’istituto di credito ha ridimensionato i profitti (il che si traduce in un vantaggio economico per il cliente chiaramente). Chi può sperare di ottenere tassi di interessi così bassi sui mutui online?

Mutui online, quali parametri incidono sui tassi

In primo luogo chi ha una certa liquidità da investire può puntare ad ottenere interessi più bassi riducendo il loan to value.
Anche la durata del finanziamento può incidere: in alcuni casi la banca è disposta ad abbassare gli interessi solo per mutui che non superano i 5-10 anni.
E’ intuitivo infine che la banca guarderà all’età, alla busta paga e, più in generale, alle garanzie offerta da chiede un mutuo, online o allo sportello.

Continua a leggere

Articolo precedente
mutuo casa
News

Mutuo casa, la banca può concedere più dell’80% del valore dell’immobile

Articolo successivo
detrazione ristrutturazioni
News

Detrazione ristrutturazioni: tutto quello che c’è da sapere sul sisma bonus

Right Menu Icon