Mutui per la casa, la nuova offerta CheBanca! su tasso variabile e fisso

Si avvicina la fine dell’anno, e CheBanca! aggiorna gli spread su una vasta gamma di mutui per la casa. I nuovi tassi sono validi per le domande ricevute dal 1 al 31 dicembre e sottoscritte entro il 28 febbraio 2015. Sul tasso variabile, per qualsiasi durata e importo si può avere uno spread compreso tra il […]

Si avvicina la fine dell’anno, e CheBanca! aggiorna gli spread su una vasta gamma di mutui per la casa. I nuovi tassi sono validi per le domande ricevute dal 1 al 31 dicembre e sottoscritte entro il 28 febbraio 2015.
Sul tasso variabile, per qualsiasi durata e importo si può avere uno spread compreso tra il 2,15% (acquisto prima e seconda casa, ristrutturazione, acquisto + ristrutturazione) e il 2,80% (consolidamento debiti e liquidità). 
Così, richiedendo 100.000 euro a 25 anni su un mutuo per acquisto casa, la rata è di 435,14 euro (TAN 2,23% taeg/’ target=’_blank’>TAEG 2,35%).
Invece, scegliendo il tasso fisso, su tutte le durate e gli importi lo spread va dal 2,23% (acquisto prima e seconda casa, ristrutturazione, acquisto + ristrutturazione) al 2,88% (consolidamento debiti e liquidità). 
Ad esempio, su  un mutuo di 100.000 euro a 25 anni, l’importo mensile da pagare è di 523,98 euro (TAN 3,93% taeg/’ target=’_blank’>TAEG 4,11%).
Rata Protetta, il prodotto a tasso variabile che garantisce variazioni contenute della rata, consente invece di usufruire di uno spread compreso tra 2,65% (acquisto prima e seconda casa, ristrutturazione, acquisto + ristrutturazione) e 3,30% (consolidamento debiti e liquidità). Così, si possono ottenere 100.000 euro a 25 anni con una rata mensile di 460,29 euro (TAN 2,73% taeg/’ target=’_blank’>TAEG 2,87%).
Inoltre, per importi inferiori al 50%, del valore dell`immobile, CheBanca! ribassa lo spread dello 0,20% su acquisto, ristrutturazione, acquisto + ristrutturazione e surroga
 
 
 
 

Continua a leggere

Articolo precedente

Acquisto prima casa, Progetto Lavoro è il mutuo per lavoratori atipici di Unicredit

Articolo successivo

Ultimi giorni per richiedere il contributo affitti a Roma

Right Menu Icon