mutuatario

Mutuatario ideale: identikit e caratteristiche

Da una recente indagine del’Ufficio Studi Tecnocasa emerge qual è il profilo del mutuatario ideale, ossia colui al quale le banche più facilmente erogano un mutuo, almeno secondo le stime sui mutui erogati nel corso del 2016. Vediamo dunque quali sono le tre caratteristiche principali che accomunano i cittadini alle prese con il pagamento di […]

Da una recente indagine del’Ufficio Studi Tecnocasa emerge qual è il profilo del mutuatario ideale, ossia colui al quale le banche più facilmente erogano un mutuo, almeno secondo le stime sui mutui erogati nel corso del 2016. Vediamo dunque quali sono le tre caratteristiche principali che accomunano i cittadini alle prese con il pagamento di un mutuo.

Identikit del mutuatario ideale

– Contratto a tempo indeterminato. Ben l’88,2% dei mutuatari ha un contratto di lavoro fisso, contro l’1.7 di persone con contratto determinato e l’8,2% che è un lavoratore autonomo. In particolare nelle isole c’è una maggiore incidenza di questi ultimi (5.4%) e di pensionati mutuatari (4.6%). Tuttavia, negli ultimi anni si sta aprendo strada alla possibilità di concedere il finanziamento anche a chi possiede un contratto di lavoro precario.

– Età media: 39 anni. Questa è l’età perfetta per richiedere un mutuo, infatti più si va avanti con l`età più decresce la richiesta di mutui. Nell’analisi Tecnocasa si evidenzia una leggera preponderanza dei 35-44enni, rispetto agli under 35, questo evidentemente per questioni legate alla stabilità professionale. Interessante notare come al Nord l’età media del mutuatario (38/39 anni) è più bassa rispetto al Sud, dove più facilmente si raggiungono i 40/41 anni. Nonostante questi dati, grazie alla possibilità di richiedere il mutuo 100%, che prevede il finanziamento del totale valore dell’immobile, anche chi si trova alle prime esperienze lavorative e non ha ingenti quantità di risparmi può decidere di investire nel mattone. Esistono, infatti, molte proposte dedicate proprio agli under35.

– Cittadinanza italiana. Ben l’83.0% dei mutui è stato erogato a cittadini italiani. La percentuale dei mutui agli stranieri è però in crescita rispetto al 2014 e si attesta su un 13% di mutui ai cittadini europei e solo un 4% ai cittadini extracomunitari, principalmente sudamericani, africani e asiatici.

Scarica il documento integrale »

 

Fonte: tecnocasa.it

Continua a leggere

Articolo precedente
accendere un mutuo
News

5 cose che devi sapere prima di accendere un mutuo

Articolo successivo
Novità tecnologiche
News

Novità tecnologiche: la nostra top 3 per il 2017

Right Menu Icon