bonus riqualificazione energetica

Bonus riqualificazione energetica edifici: verso il rimborso immediato?

La Legge di Stabilità 2016 ha confermato, tra gli altri, anche il bonus previsto per la riqualificazione energetica degli edifici per l’anno in corso. Le condizioni sono rimaste invariate, così come i requisiti degli interventi ammessi, le modalità di pagamento e di domanda e l’iter previsto per il rimborso. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto quindi […]

La Legge di Stabilità 2016 ha confermato, tra gli altri, anche il bonus previsto per la riqualificazione energetica degli edifici per l’anno in corso. Le condizioni sono rimaste invariate, così come i requisiti degli interventi ammessi, le modalità di pagamento e di domanda e l’iter previsto per il rimborso. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto quindi va detto che la detrazione del 65% ad oggi viene riconosciuta in dieci rate annuali di pari importo. Statisticamente è proprio l’idea di dover aspettare dieci anni che scoraggia chi non ha liquidità iniziale per interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica. E questo, purtroppo, continua a favorire lavori in nero a fronte di uno sconto sui lavori.

Bonus riqualificazione energetica: verso i rimborsi immediati delle detrazioni sulla casa?

A sottolineare la portata di una simile novità legislativa, è stato il Cna: secondo le stime poter contare su detrazioni fiscali immediate porterebbe ad un incrementi dei lavori di riqualificazione pari a 5 miliardi per un gettito aggiuntivo per lo Stato di circa 450 milioni di euro. A beneficiare di questa soluzione sarebbero soprattutto incapienti e famiglie ma anche i condomini.
Non vi farebbe una bella differenza sapere che, ad esempio, a conti fatti su, su un lavoro di riqualificazione poniamo di 1000 euro, solo 450 fossero a carico vostro e i restanti 550 euro venissero coperti dalla banca?
La reazione a catena peraltro porterebbe anche alla creazione di 24 mila nuovi posti di lavoro nel settore edilizia.

Bonus riqualificazione energetica: come ottenere subito gli ecoincentivi?

Ma concretamente come è possibile ottenere subito gli ecoincentivi? La proposta di legge al vaglio vede, proprio come per la riforma pensioni su prestito APE, l’intermediazione di banche ed enti erogatori del credito. Sarebbero questi ultimi, in sostanza, ad anticipare la cifra che spetta al contribuente, per poi recuperarla dallo Stato in dieci anni.

Continua a leggere

Articolo precedente
mutuo liquidità senza ipoteca
News

Mutuo liquidità senza ipoteca: i vantaggi del chirografario

Articolo successivo
mutuo acquisto casa
News

Mutuo acquisto casa 2016: sostegno e agevolazioni per far fronte alle rate

Right Menu Icon