Bonus mobili 2016 anche per coppie conviventi

(27 ottobre 2015). In attesa che la Legge di Stabilità 2016 venga approvata in via definitiva, sono già molte le novità positive per chi intende ristrutturare o acquistare elettrodomestici e mobili per la casa: gli incentivi infatti sono stati prorogati per tutto il 2016, con alcune interessanti novità. Cosa sono ecobonus, bonus mobili e ristrutturazioni? […]

(27 ottobre 2015). In attesa che la Legge di Stabilità 2016 venga approvata in via definitiva, sono già molte le novità positive per chi intende ristrutturare o acquistare elettrodomestici e mobili per la casa: gli incentivi infatti sono stati prorogati per tutto il 2016, con alcune interessanti novità.

Cosa sono ecobonus, bonus mobili e ristrutturazioni?

Si tratta di incentivi per l`acquisto di mobili, per la ristrutturazione della casa di proprietà o per interventi ad alto efficientamento energetico: è possibile infatti detrarre il 50% per i primi due e il 65% per i terzi, semplicemente portandoli in detrazione nella dichiarazione dei redditi. Sono stati introdotti ormai da alcuni anni con l`obiettivo di incentivare la ripresa edilizia ed aiutare le coppie in difficoltà. Questi incentivi dunque sono stati riconfermati anche per il 2016, con alcune importanti novità, soprattutto riguardanti il bonus mobili.

Le novità del bonus mobili

Sono due le principali novità introdotte nella nuova Legge di Stabilità, anche se ricordiamo che l`iter parlamentare è ancora lungo quindi non si possono escludere modifiche dell`ultim`ora:

– accesso all`agevolazione anche alle giovani coppier under 35 conviventi. Per richiedere questo bonus però, è necessario che la coppia faccia parte dello stesso nucleo familiare e sia convivente da almeno 3 anni (cioè dal 2013), in cui almeno uno dei due. Inoltre l`incentivo è legato all`acquisto di una casa da arredare: non vale quindi i caso di affitto o se la coppia decide di andare a convivere il prossimo anno.

– incentivo slegato dalla ristrutturazione. Finora infatti, era possibile richiedere il bonus mobili solo se si attuavano anche lavori di ristrutturazione in concomitanza con l`acquisto dei nuovi mobili. La proposta inserita nella nuova Legge di Stabilità prevede invece che i due incentivi siano slegati: se non verranno apportate modifiche quindi, sarà possibile acquistare una scrivania, una libreria o un altro mobile qualsiasi, godendo di una detrazione del 50%, anche senza fare lavori di ristrutturazione.

Continua a leggere

Articolo precedente

I migliori mutui a tasso fisso di novembre

Articolo successivo

Abolizione IMU e TASI: pro e contro

Right Menu Icon