Consulenza notarile

Perché il notaio? L’importanza della consulenza notarile in fase di acquisto immobiliare

Anche se tutti sappiamo (o pensiamo di sapere) chi sia il notaio e soprattutto cosa faccia, non è raro sentirsi chiedere: ma perché mi devo rivolgere a un notaio per acquistare un immobile? E a cosa mi dovrebbe servire una consulenza notarile? La risposta più semplice – che è poi anche quella che ci si […]

Anche se tutti sappiamo (o pensiamo di sapere) chi sia il notaio e soprattutto cosa faccia, non è raro sentirsi chiedere: ma perché mi devo rivolgere a un notaio per acquistare un immobile? E a cosa mi dovrebbe servire una consulenza notarile? La risposta più semplice – che è poi anche quella che ci si sente effettivamente dare di solito – è che per le compravendite immobiliari è obbligo di legge stipulare un atto notarile e non è sufficiente un semplice contratto tra privati.

La risposta, per quanto senza dubbio veritiera, è però anche fin troppo semplicistica: in altre parole, se esiste la necessità di rivolgersi a un notaio non è per un capriccio di legge e anzi la consulenza notarile può essere uno strumento prezioso nelle mani di chi deve sottoscrivere l’atto, impegnandosi, nel caso del compratore, anche con ingenti risorse finanziarie. Vediamo però più nello specifico cosa possono fare per noi un notaio e la sua attività di consulenza.

Innanzitutto il notaio, pur operando in regime libero professionale, è un pubblico ufficiale, quindi agisce in nome e per conto dello Stato. Il suo ruolo è proprio quello di tutelare i cittadini in operazioni importanti soprattutto dal punto di vista economico, oltre che fungere da sostituto d’imposta, cioè preoccuparsi di riscuotere tasse e imposte dovute per tali atti e versarle nelle casse pubbliche. Quello che ci interessa approfondire in questa sede è senza dubbio il suo ruolo di tutela e anche di guida del cittadino quando sta, ad esempio, comprando una casa: operazione che implica lo spostamento di capitali importanti in una famiglia, per quello che è spesso l’investimento di un’intera vita, in particolare quando si tratta di una prima casa. Ed è proprio qui che anche la consulenza notarile assume grande importanza.

La consulenza notarile per l’acquisto della casa

Quando acquistiamo una casa – così come in ogni operazione a lui affidata – il notaio è tenuto a essere super partes: questo significa che, indipendentemente da chi lo paghi, dovrà tutelare in egual modo gli interessi di entrambe le parti coinvolte e assicurarsi che abbiano compreso ciò che deriva da quello che stanno sottoscrivendo. Il suo compito è anche quello di assicurarsi che l’immobile che sta per passare di mano sia correttamente accatastato e libero da vincoli non noti al compratore che ne possano diminuire il valore (ad esempio diritti di terzi, servizi di passo o altro) o ancora che non siano stati eseguiti lavori abusivi. Tutte le situazioni irregolari dovranno essere sistemate prima di procedere con l’atto di compravendita. Ed è proprio qui che risulta evidente il ruolo fondamentale della consulenza notarile: sarebbe infatti bene rivolgersi a questo professionista prima di sottoscrivere qualsiasi documento che impegni all’acquisto, magari anche versando anticipi, per verificare insieme a lui che tutto sia in regola e farci consigliare sulle modalità più corrette e vantaggiose (naturalmente sempre nell’ambito della massima correttezza formale e sostanziale) per portare a termine la transazione. Gli acquisti immobiliari, ma anche le donazioni, per quanto possano sembrare semplici e trasparenti, nascondono spesso infatti possibilità e anche insidie che sarebbe bene conoscere prima di fare qualsiasi passo, per non commettere errori che potrebbero avere anche conseguenze di rilievo.

Continua a leggere

Articolo precedente
mutuo surroga più liquidità
News

Mutuo surroga più liquidità: come funziona

Articolo successivo
telefonia mobile
News

Telefonia mobile: smartphone e tablet al servizio della net-generation

Right Menu Icon