bonus condizionatori 2016

Bonus condizionatori 2016: quali rientrano nelle agevolazioni fiscali

Agosto si avvicina e non andrete in vacanza? Il bonus condizionatori 2016 potrebbe rappresentare, concretamente e metaforicamente, una boccata di aria fresca per chi resta in città in estate. Vediamo di che cosa si tratta e come usufruirne. Acquisto condizionatori 2016: ecobonus o bonus mobili? Come noto, la legge di Stabilità 2016 ha prorogato per […]

Agosto si avvicina e non andrete in vacanza? Il bonus condizionatori 2016 potrebbe rappresentare, concretamente e metaforicamente, una boccata di aria fresca per chi resta in città in estate. Vediamo di che cosa si tratta e come usufruirne.

Acquisto condizionatori 2016: ecobonus o bonus mobili?

Come noto, la legge di Stabilità 2016 ha prorogato per tutto l’anno in corso l’ecobonus e il bonus mobili, ossia le detrazioni fiscali previste per chi ristruttura la propria casa, in modo da renderla più efficiente dal punto di vista energetico.

Nel primo caso si tratta della possibilità, estesa sia ad aziende che a soggetti privati, di detrarre dall’Irpef e dall’Ires il 65% delle spese per le riqualificazioni (con rate di apri importo spalmate in 10 anni); nel secondo caso invece la detrazione prevista è del 50% dell’importo totale e si applica solamente alle persone fisiche e agli edifici residenziali. La spesa massima detraibile è di 30 mila euro per chi usufruisce dell’ecobonus e di 10 mila euro per chi invece sceglie il bonus mobili.

Bonus condizionatori 2016: quale richiedere

A quale bonus si può accedere se si acquista un condizionatore? Rientrano nell’ecobonus i condizionatori con pompa di calore che forniscono sia riscaldamento che raffrescamento, purché però siano modelli ad alta efficienza installati in sostituzione dell’impianto di riscaldamento preesistente.

Per farsi riconoscere il bonus mobili, il condizionatore invece deve avere un’etichetta energetica A+ o superiore ma può anche essere un acquisto ex novo e non necessariamente in sostituzione di un impianto vecchio.

Attenzione: i due bonus non sono cumulabili. A seconda delle condizioni e del modello di condizionatore quindi, il contribuente potrà scegliere se richiedere l’uno o l’altro.

Bonus condizionatori 2016: come ottenerlo

In entrambi i casi, per ottenere il bonus condizionatori 2016, è necessario che il pagamento sia tracciabile. Va quindi necessariamente eseguito tramite bonifico bancario o postale, indicando la specifica casuale e il codice fiscale o la partita Iva (nel caso in cui la spesa sia effettuata da un’azienda) del beneficiario.

Continua a leggere

Articolo precedente
calcolo tasso mutuo
News

Calcolo Tasso Mutuo: Scopri il Metodo più Facile | Mutui per la Casa

Articolo successivo
calcolo rata mutuo online
News

Calcolo rata mutuo online: come farlo in base al tipo di finanziamento

Right Menu Icon