Bollo

Si definisce Bollo l’imposta che occorre versare allo Stato in determinate circostanze nello stipulare un contratto di mutuo. Sui contratti di finanziamento in genere il bollo è una quota fissa che ammonta a 14,62 € per foglio e 1,81€ per ogni ricevuta di pagamento delle singole rate. Per finanziamenti di durata superiore ai 18 mesi […]

Si definisce Bollo l’imposta che occorre versare allo Stato in determinate circostanze nello stipulare un contratto di mutuo. Sui contratti di finanziamento in genere il bollo è una quota fissa che ammonta a 14,62 € per foglio e 1,81€ per ogni ricevuta di pagamento delle singole rate.
Per finanziamenti di durata superiore ai 18 mesi tuttavia si può godere della totale esenzione dal bollo che viene sostituito da un’imposta sostitutiva la quale va ad esentare di fatto anche dall’imposta di registro e dalle imposte ipotecarie e catastali. L’aliquota dell’imposta sostitutiva varia dallo 0,2 allo 0,25 dell’importo erogato.

Continua a leggere

Articolo precedente

Capitale

Articolo successivo

Mutui 2014 segnano un +20% e le banche si fanno concorrenza.

Right Menu Icon