In arrivo un nuovo taglio degli spread dei mutui

Dopo un periodo particolarmente negativo per il mercato dei mutui e per quello immobiliare, sembra finalmente in arrivo una seppur lieve inversione di tendenza. Stando agli ultimi “rumors” dell’ambiente, le banche si preparano a tagliare lo spread dei mutui a partire dal prossimo mese. Questo perché è opinione comune favorire le erogazioni di mutui di […]

Dopo un periodo particolarmente negativo per il mercato dei mutui e per quello immobiliare, sembra finalmente in arrivo una seppur lieve inversione di tendenza. Stando agli ultimi “rumors” dell’ambiente, le banche si preparano a tagliare lo spread dei mutui a partire dal prossimo mese. Questo perché è opinione comune favorire le erogazioni di mutui di un +20% circa anche a partire dall’anno prossimo, viste e considerate le richieste, che proprio da questi ultimi mesi, sono effettivamente aumentate.
Attualmente, stando ai valori di mercato recenti, sono proprio gli istituti di credito esteri con mercato interbancario consistente, ad avere gli spread più bassi, come Deutsche Bank e BNL. Le banche italiane però dovrebbero mettersi presto in carreggiata, favorendo, si spera, un più facile accesso al credito.
 
Ad influenzare questo possibile taglio vi sono però tre avvenimenti importanti e non assolutamente da sottovalutare: in primis la tenuta del governo Letta, a quanto pare messa più volte in discussione, proprio in questi giorni. Inoltre, l’approvazione della legge di stabilità, che dovrebbe in qualche modo far cambiare da segno meno a segno più il PIL del nostro paese. Non ultimo, vi è l’acquisto della Cassa Depositi e Prestiti di mutui cartolarizzati per un valore di circa 3 miliardi di euro.
Queste variabili potrebbero influenzare ed anche in maniera pesante la decisione delle banche di tagliare gli spread. Tuttavia, segnali di ripresa, considerato anche l’abbassamento delle quotazioni degli immobili, potrebbero presto arrivare. Non ci resta che attendere ancora qualche settimana per entrare nel trimestre “caldo”, che a detta di molti potrebbe rappresentare una svolta. 
 
Davide Molino 
 
 

Continua a leggere

Articolo precedente

Mutuo Mediolanum Riparti Italia: spread 2,25%

Articolo successivo

MutuiperlaCasa.com: nominato miglior sito web dell’anno.

Right Menu Icon