arredamento online

Arredamento online, tutela per ordini mai consegnati

L’e-commerce ha preso ufficialmente spazio in Italia anche in settori più tradizionalisti: parlare di arredamento online oggi non è più un tabù e gli acquisti spaziano dai mobili low cost o di seconda mano fino a complementi d’arredo di design e di lusso. Ma comprare elementi d’arredamento online è sicuro? Come comprare mobili su internet […]

L’e-commerce ha preso ufficialmente spazio in Italia anche in settori più tradizionalisti: parlare di arredamento online oggi non è più un tabù e gli acquisti spaziano dai mobili low cost o di seconda mano fino a complementi d’arredo di design e di lusso. Ma comprare elementi d’arredamento online è sicuro?

Come comprare mobili su internet in sicurezza

In linea di massima possiamo dire di si, se si prestano le stesse accortezze di base richieste del resto in tutti i settori dell’e-commerce, ovvero affidarsi solo a siti referenziati e scegliere metodi di pagamento sicuri. Bisogna anche leggere con attenzione la scheda tecnica del prodotto visto che non è possibile vederlo dal vivo e toccarlo con mano.

Purtroppo i casi di merce non spedita o non conforme all’originale (pensiamo ad esempio a materie prime scadenti) non sono impossibili. Come difendersi? In primis selezionando rivenditori su internet qualificati e che godono di buone recensioni da parte degli utenti. E’ bene diffidare da siti che fanno campagne pubblicitarie troppo aggressive, soprattutto per offerte proposte a scadenza temporale molto limitata.

Arredamento online, cosa fare se la merce non viene consegnata

Tuttavia stando ai dati forniti dall’Unione Nazionale Consumatori, il settore dell’arredamento online è, all’interno dell’universo dell’e-commerce, uno di quelli da cui proviene il maggior numero di reclami. Questi ultimi riguardano prevalentemente mobili online ordinati e pagati e mai ricevuti.
Quello dell’arredamento, online e non solo, è un settore provato dalla crisi economica e purtroppo, soprattutto le piccole-medio imprese, a volte fanno fatica a rispettare gli ordini e onorare i contratti. Ma c’è anche una pratica illecita segnalata da diversi consumatori: mobilifici che accumulano ordini e poi chiudono per fallimento.

Meglio preferire sempre metodi di pagamento tracciabili, soprattutto finanziamenti rateali quando ammessi in modo da poter interrompere il pagamento se la merce non arriva entro i termini stabiliti dal contratto.

Continua a leggere

Articolo precedente
mutuo prima casa agevolazioni
News

Mutuo prima casa: agevolazioni o Tfr anticipato?

Articolo successivo
mutuo ristrutturazione prima casa
News

Mutuo ristrutturazione prima casa: cosa c’è da sapere su condizioni e importo

Right Menu Icon