stampanti 3d

Stampanti 3D per le case: come cambierà il mercato del mattone

La tecnologia delle stampanti 3D potrebbe rivoluzionare anche il modo di lavorare delle agenzie immobiliari e, più in generale, il mercato del mattone. Anche se non si pensa più alla stampa 3D come ad uno scenario futuristico è innegabile che molto deve ancora essere fatto. Ma procediamo con ordine cercando di capire in che modo […]

La tecnologia delle stampanti 3D potrebbe rivoluzionare anche il modo di lavorare delle agenzie immobiliari e, più in generale, il mercato del mattone. Anche se non si pensa più alla stampa 3D come ad uno scenario futuristico è innegabile che molto deve ancora essere fatto. Ma procediamo con ordine cercando di capire in che modo questi macchinari potrebbero agevolare l’attività immobiliare.

Stampanti 3D nelle agenzie immobiliari: vantaggi

In pochi anni si è passati dal ricreare piccoli oggetti alla realizzazione del primo ufficio con la stampa 3D, a Dubai. I sostenitori di questa tecnologia sono pronti a ricordare i vantaggi che l’applicazione nel campo dell’edilizia potrebbe avere: riduzione dei costi di manodopera, meno materiali di scarto da smaltire e ottimizzazione dei tempi per la realizzazione delle case, passando da mesi a giorni.

Come creare la casa dei sogni con le stampanti 3D

Oltre ad un discorso prettamente economico e pratico inoltre, non si può non osservare come con la stampa 3D sarebbe possibile realizzare le case dei sogni personalizzandole al massimo. Ma non solo: il recente sisma che ha colpito il Centro Italia, ci invita a riflettere sull’apporto che la tecnologia 3D applicata all’edilizia potrebbe avere nelle aree colpite da eventi naturali catastrofici, come uragani o terremoti appunto. Le vittime di queste catastrofi naturali infatti potrebbero contare su tempi brevi per la ricostruzione.

Case stampate in 3D: quando saranno possibili?

C’è chi parla di 25 anni affinché la tecnologia si perfezioni, chi stima 10 anni e chi, nella visione più ottimistica, perfino 5. Quel che è certo è che la rivoluzione è iniziata ed ora è veramente questione di poco tempo. Tra pochi anni saremo ufficialmente nel futuro. La partita casomai, per chi lavora nel settore, si gioca tutta sul fronte dei materiali: tra non molto, per stampare edifici in 3D, si potrebbe essere capaci di stampare su legno, acciaio, metallo e pietra.

Continua a leggere

Articolo precedente
mutui casa
News

Mutui casa, nel 2017 converranno i tassi fissi o variabili?

Articolo successivo
miglior mutuo
News

Miglior mutuo, perché è importante ragionare come una banca

Right Menu Icon