Mutuo in arrivo? CheBanca! ti offre il tasso fisso a 4,10%

CheBanca! ha a cuore tutti gli aspiranti mutuatari, e lo dimostra promuovendo, in parallelo, prodotti assai vantaggiosi, sia per i “fan” del tasso variabile che per quelli, più prudenti, che preferiscono il fisso. Per loro ha ribassato lo spread portandolo al 2,30 % su mutuo acquisto prima e seconda casa, acquisto + ristrutturazione, e ristrutturazione […]

CheBanca! ha a cuore tutti gli aspiranti mutuatari, e lo dimostra promuovendo, in parallelo, prodotti assai vantaggiosi, sia per i “fan” del tasso variabile che per quelli, più prudenti, che preferiscono il fisso. Per loro ha ribassato lo spread portandolo al 2,30 % su mutuo acquisto prima e seconda casa, acquisto + ristrutturazione, e ristrutturazione (a fronte del 2,40% precedente). Questa speciale offerta riguarda le domande inoltrate dal 6 al 30 Novembre, e stipulate entro il 31 Gennaio prossimo.

Quindi, richiedendo 100.000 euro a 25 anni, si può beneficiare di una rata di 533,37 euro (TAN 4,10% TAEG 4,33%).
E ci sono nuovi e più bassi spread anche per le altre tipologie di mutuo. Ecco i nuovi importi:
  • rifinanziamento: 2,55% per tutte le durate e somme
  • surroga: 2,50%
  • consolidamento debiti: 2,95%
  • liquidità: 2,95%
Su mutuo acquisto, acquisto + ristrutturazione, ristrutturazione, surroga si applica uno sconto dello 0,10% allo spread, se il Patrimonio Totale* del cliente presso CheBanca! è superiore a 100.000 euro.
Le spese di istruttoria sono pari allo 0,60% del capitale finanziato (minimo 500-massimo 1000 euro)

 

*Il ‘Patrimonio Totale’ è costituito dalla somma degli importi e dei valori detenuti dal mutuatario e dall’’eventuale coobbligato sia su prodotti di raccolta (es. Conto Corrente, Conto Deposito etc.) sia di investimento (es. Conto Titoli, Risparmio Gestito etc) rilevata due giorni prima della data della richiesta del mutuo. 

 

(06-11-2014)
Francesca Garrisi
Seguici su

 

Continua a leggere

Articolo precedente

Cos’è il tasso fisso?

Articolo successivo

Con CheBanca! spread sotto al 2% su mutui a tasso variabile

Right Menu Icon