Italiani popolo di risparmiatori, ma come usiamo i nostri soldi?

Nonostante il periodo di crisi che stiamo vivendo, in Italia il risparmio delle famiglie è il più alto d`Europa: siamo poco propensi a spendere, preferiamo piuttosto mettere i soldi da parte, in attesa di momenti migliori. Ma allora come usiamo i nostri soldi? Secondo i dati più recenti, siamo più formiche che cicale, vediamo perchè. […]

Nonostante il periodo di crisi che stiamo vivendo, in Italia il risparmio delle famiglie è il più alto d`Europa: siamo poco propensi a spendere, preferiamo piuttosto mettere i soldi da parte, in attesa di momenti migliori. Ma allora come usiamo i nostri soldi? Secondo i dati più recenti, siamo più formiche che cicale, vediamo perchè.

 

Conti correnti e conti deposito in crescita

Molti italiani conservano i propri soldi nei cosiddetti “conti deposito”: si tratta di una delle forme di investimento a lungo termine offerte dalle banche che garantiscono un rendimento fisso, che è tanto maggiore quanto più la somma viene vincolata nel tempo. Secondo le ultime stime dell`Osservatorio ConfrontaConti.it, il 39% dei richiedenti un conto deposito è over 55 e vive al Nord (ben il 70%). L`importo depositato varia da un minimo di 20.000 euro ad un massimo di 50.000 euro per il 25% dei conti, mentre il 52% degli italiani sceglie un conto deposito non vincolato: preferiamo quindi avere un rendimento più basso, a fronte della possibilità di avere i nostri soldi quando vogliamo.

Altra forma di risparmio per eccellenza è il conto corrente, in particolare quello online, scelto dal 48% dei richiedenti, grazie ai suoi costi ridotti. Il saldo medio dei conti correnti all`inizio del secondo semestre 2015 si attesta sui 12.400 euro, dato in aumento rispetto allo scorso anno (10.783 euro).

 

Popolo di proprietari di casa

Comprare casa resta senza dubbio la forma di investimento preferita dagli italiani, se consideriamo che ben il 70% possiede un immobile di proprietà. Lo confermano anche i dati sulle richieste di mutui: secondo il rapporto mensile ABI di settembre, da gennaio a luglio 2015 le banche hanno erogato ben l`82,2% in più di mutui per l`acquisto di immobili, rispetto allo stesso periodo dello stesso anno (leggi anche l`articolo: Boom di mutui e prestiti) . Un segnalo positivo quindi, segno che stiamo ricominciando ad avere fiducia negli istituti di credito (e viceversa), pur continuando a scegliere la via dell`investimento sicuro.

 

Vuoi saperne di più su questo argomento? Consulta le nostre FAQ » 

 

Seguici anche su:

Facebook

Twitter

 

 

Continua a leggere

Articolo precedente

Surroga mutuo: scopri Trasloca Mutuo Valore Italia di Unicredit

Articolo successivo

Comprare una seconda casa? Si può, con meno di 500 euro al mese!

Right Menu Icon