mutuo tasso fisso o variabile

Mutuo tasso fisso o variabile: a breve il sorpasso?

La scelta tra mutuo tasso fisso o variabile è il primo grande bivio di fronte al quale si trova chi chiede un finanziamento in banca. Mutuo tasso fisso: il vento sta per cambiare? Storicamente quello italiano è un popolo cauto negli investimenti. Il mutuo a tasso fisso è sempre stato il più richiesto, soprattutto in […]

La scelta tra mutuo tasso fisso o variabile è il primo grande bivio di fronte al quale si trova chi chiede un finanziamento in banca.

Mutuo tasso fisso: il vento sta per cambiare?

Storicamente quello italiano è un popolo cauto negli investimenti. Il mutuo a tasso fisso è sempre stato il più richiesto, soprattutto in un periodo storico caratterizzato da interessi particolarmente bassi sui finanziamenti. Oggi in media il 75% delle domande di mutuo online o presso le banche italiane è per finanziamenti a tasso fisso.

Mutuo tasso fisso o variabile: prospettive 2017

Per una scelta ponderata tra mutuo a tasso fisso o variabile bisogna essere consapevoli della differenza sostanziale: il primo tipo di finanziamento è agganciato all’Eurirs vigente al momento della firma del contratto con la banca. L’effetto primario sull’ammortamento è l’importo della rata fisso per tutta la durata del contratto. Al contrario invece, i mutui a tasso variabile sono agganciati al tasso Euribor: si ottiene una rata periodica soggetta alle oscillazioni del mercato (alla quale si aggiunge anche lo spread).

Quale dei due conviene di più oggi e perché? In questo particolare periodo storico stiamo assistendo ad una risalita inevitabile e inesorabile dei tassi, che avevano toccato i minimi storici. Questo andamento però non coinvolge tutte le scadenze ma solamente quelle a medio-lunga distanza. In altre parole per contratti di mutuo quasi al termine, il tasso tende a restare costante.

Questa considerazione ci porta a riflettere su un punto: chi accende un mutuo deve avere ben presente l’orizzonte temporale di riferimento. Sia in caso di nuovo mutuo che per quanto riguarda la surroga, la convenienza non va valutata al momento ma per tutta la durata del contratto. Questo richiede uno sforzo di previsione anche da parte dei non esperti del settore finanziario e, inevitabilmente, comporta anche un margine di rischio nel caso del variabile. Per avere una panoramica più completa delle condizioni offerte dal mutuo tasso fisso e variabile in un determinato momento storico, si consiglia di affidarsi ad un comparatore di preventivi online.

Continua a leggere

Articolo precedente
surroga-mutuo-prima-casa
News

Surroga mutuo prima casa, perché conviene: analisi dei fattori

Articolo successivo
riscaldamento a pavimento
News

Riscaldamento a pavimento o a soffitto si risparmia? Prezzi e detrazioni

Right Menu Icon