mutuo casa

Mutuo casa uso investimento: perché il 2016 è l’’anno delle seconde abitazioni

I primi mesi del 2016 hanno fatto registrare un aumento delle richieste per il mutuo casa delle seconde abitazioni. Le condizioni del mercato infatti appaiono positive per l’’acquisto di immobili ad uso investimento. Mutuo seconda casa: gli immobili più richiesti Analizzando più da vicino le richieste di mutuo casa ad uso investimento, è possibile ricavare quali sono […]

I primi mesi del 2016 hanno fatto registrare un aumento delle richieste per il mutuo casa delle seconde abitazioni. Le condizioni del mercato infatti appaiono positive per l’’acquisto di immobili ad uso investimento.

Mutuo seconda casa: gli immobili più richiesti

Analizzando più da vicino le richieste di mutuo casa ad uso investimento, è possibile ricavare quali sono le tipologie di immobili più redditizie. La domanda dei risparmiatori si concentra soprattutto su case piccole: trilocali al massimo ma soprattutto bilocali o anche monolocali al di sotto delle 150 mila euro. Questi ultimi infatti sono generalmente più facili da affittare. Per quanto riguarda la concentrazione geografica delle richieste, le mete di mare più gettonate sembrano essere Puglia, Liguria, Toscana e Sardegna. Gli affitti a breve periodo sul mare rappresentano un buon investimento anche perché molti italiani, a causa della crisi e della pressione fiscale, hanno venduto le case al paese e quindi cercano affitti estivi per trascorrere vacanze low cost. Reggono bene anche le grandi città, soprattutto Milano, Roma, Bologna, Firenze e Napoli.

Mutuo casa: detrazione interessi per prima e seconda abitazione

Se nelle intenzioni di chi accende il mutuo casa c’’è la volontà di trasferire la residenza è possibile inoltre rientrare nelle agevolazioni fiscali previste per l’’acquisto della prima casa: l’’ultima Legge di Stabilità ha infatti esteso questa possibilità qualora l’’acquirente si impegni a trasferire la residenza entro 18 mesi dall’’acquisto e a vendere la casa precedente entro entro un anno.
Rispetto ai mutui prima casa però, a livello fiscale, resta una differenza rilevante da precisare: non è possibile detrarre gli interessi passivi del mutuo casa quando si tratta di una seconda abitazione (neppure quando la proprietà non viene locata ma solamente destinata alla villeggiatura del nucleo familiare). Se invece il mutuo viene richiesto per una casa diversa da quella in cui si ha la residenza non sono detraibili neppure gli oneri accessori e le quote di rivalutazione.
Se siete interessati ad investire nel mattone quindi il 2016 potrebbe tornare ad essere l’’anno giusto: se non avete grande liquidità informatevi sulle condizioni dei mutui sulla seconda casa (i comparatori online permettono di mettere a confronto diversi preventivi) e delle agevolazioni fiscali estese anche a questa eventualità.

Continua a leggere

Articolo precedente
mutui surroga
News

Mutui surroga, quante volte si possono richiedere?

Articolo successivo
tassi mutui
News

Tassi mutui, scopri se hai pagato di più e come ottenere il rimborso

Right Menu Icon