Iscriviti e rimani aggiornato sui tassi

Che succede se non puoi più pagare le rate del mutuo?

Richiedere un finanziamento per la casa è una scelta impegnativa, perché cambia la vita di chi lo sottoscrive. Tuttavia, eventi imprevedibili al momento della stipula potrebbero comprometterlo. Che succede infatti, a chi resta senza lavoro o si ammala? A tutela dell’investimento è stato istituito il Fondo di Solidarietà per l’Acquisto della Prima Casa. Finanziato dallo Stato e gestito dalla Consap, è stato introdotto nel 2007.

In cosa consiste?

L’iniziativa permette di ottenere la sospensione della rata del mutuo per un massimo di 18 mesi. Durante questo periodo è il Fondo di Solidarietà a pagare gli interessi alla banca, ma solo relativamente al parametro a cui il tasso d’interesse è agganciato. Lo spread deve invece essere coperto dal cliente al termine del periodo di blocco.

Chi può fare richiesta?

I requisiti per accedere al fondo sono
  • disoccupazione
  • decesso del titolare del mutuo
  • handicap
  • indicatore Isee non superiore a 30.000 euro annui.


Come presentare domanda?
Bisogna recarsi presso la propria banca muniti di documento d’identità, modello Isee, e documentazione idonea a certificare lo stato di disoccupazione o l’infortunio subito. Se l’istruttoria è positiva, l’istituto di credito trasmette entro 10 giorni la pratica a Consap. Entro i successivi 15 giorni lavorativi questa dovrà rendere noto l’esito della richiesta. Se negativo, sarà tenuta anche a motivare la decisione.

Tag:, , ,
Articolo precedente

Stai pensando di ristrutturare casa? Così risparmi

Articolo successivo

Nella corsa al mutuo avvantaggiati gli under 35 con posto fisso

Right Menu Icon